INFORMAZIONI TECNICHE

L'alimentatore del PC 
La scossa !!!

Soluzione

Dunque, non serve cambiare alimentatore, basta disporre di una buona terra !!!

Se nel vostro impianto è prevista, verificate che sia operativa; se siete in un condominio, avvisate prontamente l' amministratore per avere un controllo immediato. Oltre ad una questione di sicurezza, è un obbligo di Legge.

Se l' impianto non prevede la terra, affrettatevi a porre rimedio, sia perchè la sua assenza è contraria alle leggi sulla sicurezza degli impianti elettrici, sia perchè solo un irresponsabile continuerebbe a lavorare conoscendo il rischio delle condizioni in cui si trova.

Va fatto ben presente che, se manca la terra nell' impianto, sono a rischio mortale ben maggiore del PC tutti gli elettrodomestici non a doppio isolamento, sopratutto quelli in cui è presente acqua o umidità, dal frigorifero alla lavatrice, dal forno elettrico alla lavapiatti, ma anche stufe, televisore, stereo, ecc.  
Continuereste a stare in queste condizioni, col rischio di ricevere una scossa mortale o veder fulminati i vostri famigliari ?

Ma si sente solo una leggera tensione ....
Certamente, ma solo perchè non ci sono condizioni di guasto in corso (per vostra fortuna...) ! Si tratta solo della corrente limitata dai condensatori dei filtri, ma se ci fosse un guasto in corso probabilmente non avreste la possibilità di raccontarlo.
Preferite aspettare che si verifichi e poi, se sopravvissuti, darsi da fare ? 

Oltre al rischio,  mancando la terra, i filtri EMC sono praticamente inefficaci e manca completamente un piano di massa-schermo a potenziale neutro, esponendo il PC ad una ampia possibilità di guasti, sia all' alimentatore, sia alle altre componenti, dovuti a problemi sulla rete, temporali, collegamenti con linee telefoniche, ecc.

La connessione a terra è facilmente realizzabile e con una spesa minima. Si consiglia vivamente di installare anche un salvavita, che rende veramente sicura la presenza dell' elettricità in casa.
Se poi ritenete che la vostra vita valga meno del lavoro per mettere in regola il vostro impianto elettrico, allora non c'è altro da dire.

Conclusione

Quindi, riassumendo :

  1. Tutti gli apparecchi elettronici di un certo livello sono dotati di un filtro di rete con condensatori a terra. Questi, in condizioni normali, fanno passare una leggera corrente di dispersione verso la terra, che, solitamente, fa capo alle parti metalliche dell' apparecchiatura.
  2. Se toccando una apparecchiatura "si sente la scossa", questo vuol dire innanzitutto che MANCA un sufficiente collegamento a terra. Lavorare in queste condizioni è pura follia.
  3. E' possibile che in condizioni di guasto, una maggior corrente possa scaricarsi sulle masse metalliche. In questo caso, la mancanza della terra porterebbe un gravissimo rischio di fulminazione; anche se la terra fosse presente, ma di bassa qualità, ovvero con una resistenza elevata, allora toccando l' apparecchio ci sarebbe una decisa sensazione di scossa ed un serio pericolo di vita.

In conclusione, se l' apparecchio elettrico "da la scossa", prima verificate la situazione della terra del vostro impianto elettrico e se il problema permane, fate verificare l' apparecchio da un esperto. Sottovalutare il rischio dovuto alla corrente elettrica domestica è un errore che si può pagare caro (un funerale costa svariate migliaia di euro...).

Ovviamente...

Ovviamente tutto il discorso fino ad ora fatto riguarda situazioni normali e non di guasto : se i condensatori dei filtri sono in perdita o danneggiati oppure un qualche isolamento è difettoso, la connessione delle masse metalliche con la rete diventa ben maggiore. 
In questi casi, però, non si tratta di una condizione anormale, di un vero e proprio guasto.

E' evidente che se è in corso un guasto oppure uno dei condensatori CY è in cortocircuito, allora sulla carcassa metallica dell' alimentatore può essere  presente la tensione di rete direttamente o quasi. In questo caso, però, toccandolo, non si tratta di una "leggera sensazione di tensione", ma di una vera e propria scossa, quello che si definisce "contatto indiretto" e che costituisce il principale dei rischi elettrici. 
Solo in questa situazione è necessario cambiare l' alimentatore; anche se la struttura dell' alimentatore è tale per cui questa probabilità dovrebbe essere remota e in molti anni di esperienza il caso non si è mai, fortunatamente, presentato, non è detto che non sia possibile. I condensatori dei filtri, come già accennato, non sono elementi qualunque, ma componenti speciali, i cosiddetti X-Cap e Y-Cap la cui tecnologia costruttiva ha proprio lo scopo di evitarne il corto circuito. Inoltre, se nell' alimentatore è finita qualche particella metallica, sporco conduttore elettrico o simili, situazioni di contatti indesiderati tra parti sotto tensione e la scatola metallica sono possibili. Va tenuto presente anche che situazioni di guasto grave con esplosione dei condensatori o bruciatura di altri componenti esistono se l' alimentatore è sottoposto a extra tensioni di rete, possibili durante temporali o manovre sulle linee e l' unica separazione tra questi eventi e l' utente è la scatola di metallo connessa a terra.

Quindi, in ogni caso, a parte le funzioni elettriche di massa/schermo, il collegamento a terra è assolutamente indispensabile per la sicurezza dell' utilizzatore dell' apparecchio, sia esso un PC come un televisore o un frigorifero. L' omissione del collegamento a terra è quanto di peggio si possa fare in un impianto elettrico. A questo a aggiunta l' indispensabile protezione fornita da un interruttore differenziale (salvavita). In assenza di questi due elementi, il vostro impianto elettrico non è sicuro : non usatelo !

 

Note

E' capitato di sentire la voce di un "tennico esperto" che diceva :" ma con l' alimentatore di prima non sentivo niente. Con questo nuovo sento la scossa. Quindi non dipende dalla terra, ma dall' alimentatore".
Una pensata del genere dipende, oltre che da fattori psicologici, dalla colossale ignoranza di qualsiasi nozione di elettrologia elementare; per chi ha un minimo di conoscenza è evidente che, se la terra è presente, la "scossa" non si sente neppure  perchè, appunto, la tensione sarebbe scaricata a terra.
La differenza tra i due alimentatori era dovuta esclusivamente al fatto che il primo era una porcheria cinese (come quella descritta nella sezione sugli alimentatori), con ben due (e soli) condensatori di filtro ridotti a 1000pF, troppo piccoli per lasciare passare una corrente di rete percepibile anche alla persona più sensibile (e praticamente poco utili per le funzioni di filtraggio...); il secondo alimentatore era un modello di alta qualità, con un triplo sistema di filtraggio, in cui la corrente verso terra può essere percepita da chi è molto sensibile (ma normalmente non la si percepisce, proprio perchè va a terra attraverso il cavo di terra; se la terra non c'è , allora si può percepire). Ma non è l' alimentatore ad essere guasto : è l' impianto di casa del "tennico" che è da rifare, oltre che fuori legge.
Oltre tutto, i condensatori del primo alimentatore non erano Y-Cap, ma due ceramici qualunque, per cui non esisteva alcuna sicurezza nel caso di perforazione dell' isolante, ponendo quindi l' utente in una situazione di gravissimo rischio in mancanza della terra.
Se ci fosse stata la terra nell' impianto, non ci sarebbe stato alcun rischio o problema, oltre al fatto che l' alimentatore e il PC avrebbero funzionato nelle migliori condizioni. 




Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 08/01/08 .