INFORMAZIONI TECNICHE

L'alimentatore del PC 

La Garanzia degli Alimentatori

 

La Garanzia degli alimentatori

Come tutti i prodotti commerciali, anche gli alimentatori dispongono delle Garanzie previste dalle leggi vigenti al momento.
Non dovrebbe quindi esserci alcuna necessità di una pagina apposita sull' argomento.
Invece, purtroppo, sì.

Come dovrebbe essere chiaro da quanto evidenziato fino ad ora, l' alimentatore è un componente meno complesso delle strutture digitali delle schede madri, ma è comunque difficile intervenire con una riparazione.

Già in una pagina precedente abbiamo cercato di scoraggiare chi, senza la necessaria esperienza, desiderasse "aprire" un alimentatore a titolo di curiosità o studio. Ora dobbiamo ripetere la stessa cosa in relazione alla Garanzia.

Il costruttore dell' alimentatore, ben conscio di cosa il suo prodotto comporti, solitamente pone sulla scatola una "Etichetta di Garanzia" in modo tale che l' apertura della scatola stessa si possa ottenere solo lacerando questa etichetta. Sull' etichetta campeggia la scritta :

WARRANTY VOID IF REMOVED

 e non occorre una laurea in inglese per comprenderne il significato, che è "La Garanzia è annullata se viene violata questa etichetta".
Ora, si potrebbe questionare sul fatto che non si deve essere obbligati a conoscere una lingua straniera, che tutto dovrebbe essere scritto nella lingua nazionale, ecc. ecc. Ma queste non sono per nulla giustificazioni valide in quanto :

  • l' etichetta copre normalmente una vite di fissaggio del coperchio e/o è posta in modo tale che l' apertura dell' alimentatore ne provoca la rottura. Anche senza capire l' inglese, ci si dovrebbe chiedere perchè il costruttore si sia dato da fare in questo modo
  • se l' inglese a scuola non lo abbiamo studiato perchè era più comodo fare altro, non c'è ragione che impedisca di chiedere cosa vuol dire una frase ad un amico o conoscente che ne sa di più o anche, perchè no,  a chi lo ha venduto
  • e poi, questa pratica delle etichette che impediscono l' apertura è del tutto comune sulla maggior parte delle apparecchiature, elettroniche e non e quindi non è solo una bizzarria del "cinese che ha costruito quell' alimentatore" !

Se il Costruttore ritiene che l' apparato sia in garanzia solo nel caso in cui non sia stato aperto da personale non autorizzato, questo è nel suo pieno diritto.

Nel caso particolare dell' alimentatore, nel momento in cui si rileva non funzionante, che senso ha "aprirlo" ? A che scopo ? Sono un tecnico esperto per cui so esattamente cosa sto facendo ? Ho una laboratorio attrezzato, strumenti e parti di ricambio adeguate ?
Se no, cosa czz.. sto facendo ? Perchè lo apro ? Forse che, guadandoci dentro meglio, il guasto si risolverà da solo ?

  • Aprire un alimentatore senza la dovuta esperienza è pericoloso in quanto sono in gioco tensioni molto elevate con disponibilità di correnti tali da essere sicuramente mortali
     

  • Nell' alimentatore 
                                non esiste alcuna parte che possa essere manutenzionata dall' utente  
    senza esperienza e strumentazione adeguate
    . Anche supponendo di aver identificato il componente difettoso (il che a occhio è impossibile, ma supponiamo) e di avere il ricambio esatto (ancora più difficile, dato che si tratta di componenti specifici) il rimuoverlo e sostituirlo è impresa quasi impossibile senza gli attrezzi adatti; ad esempio, per cambiare uno dei transistor dello switch principale occorre un lavoro di dissaldatura non da poco, essendo necessario rimuovere l' intera aletta su cui sta fissato, assieme ad altri componenti : una impresa che non paga. 
    Tanto che chi è competente, se il prodotto è in garanzia, si guarda bene dall' intervenire, anche se ne ha pienamente i mezzi
     

  • Anche 
                            pensare di "cambiare il fusibile" che è saltato è una sciocchezza inutile,
    indice soltanto di abissale incompetenza.  A parte il fatto che quanto mai spesso il fusibile è saldato sul circuito e non è semplice cambiarlo senza smontare tutto l' alimentatore, il fusibile si brucia ben raramente per la cattiva qualità del fusibile stesso, ma piuttosto per il fatto che qualche altro componente è andato in corto circuito : il fusibile sostituito salterà immediatamente non appena si darà nuovamente corrente, magari estendendo il guasto ad altre parti e peggiorando la situazione. Ad esempio, se si è acceso un alimentatore con in cambia tensioni su 110 invece che 230, si ottiene un bel botto e il fusibile salta; cambiare il fusibile serve solo ad ottenere un nuovo spettacolare botto, dato che prima di lui sono già saltati vari altri componenti e se prima non vengono sostituiti, il cambio del fusibile non solo è inutile, ma anche dannoso.
    Oltre al fatto che i fusibili non sono di una sola razza, ma, a parte il valore nominale, esistono in varie gradazioni di intervento e modificare quello previsto dal progettista con uno a caso equivale ad annullare la protezione estrema prima dell' incendio dell' alimentatore, con le immaginabili conseguenza.

                                 Quindi, l' aprire l' alimentatore per vedere perchè non funziona non serve proprio a nulla. 

  • Aprire, poi, l' alimentatore per "pulirlo" è un non senso . A parte che si può "pulirlo" anche da chiuso, con aria compressa, le pochissime volte che questo possa essere ritenuto indispensabile, vuol dire che l' alimentatore è vecchio come il cucco e lavora da secoli in cui ha collezionato polvere; sarebbe il caso di cambiarlo, non di pulirlo. Oppure, peggio, è ragionevolmente nuovo, ma lavora in un ambiente così sozzo da aspirae chili di sporco : cambiate ambiente di lavoro, dotatevi di filtri aria, ma lasciate stare l' alimentatore.
     

  • In fine, last but not least 


la violazione dell' etichetta di garanzia del costruttore annulla la garanzia stessa

Ci sono pochissimi modi per rendere nulla la garanzia di un alimentatore e, possiamo assicurare, gli utilizzatori li hanno ben presenti tutti. Si tratta di manovre talmente insensate che non dovrebbero essere neppure considerate possibili per un qualsiasi utente dotato di buon senso, ma siccome così non è, elenchiamo le principali :

  • danneggiare l' etichetta di garanzia, aprendo l' alimentatore : è il caso più comune di operazione insensata ed è la via più sicura per vedersi negare qualunque garanzia. Non essendoci alcuna ragione per aprirlo, non fatelo. Se l' avete fatto, evitatevi la spesa inutile di mandare in assistenza il prodotto.
     

  • inserire l' alimentatore dotato di cambia tensione in una tensione errata : capita, ma quando l' alimentatore ha fatto la fumata, non si può tornare indietro !
     

  • tagliare o modificare i cavi che vanno alle periferiche : nessun costruttore di nessun tipo di apparecchiatura accetterà in garanzia un prodotto comunque modificato. Se modificate il prodotto, la garanzia decade. Se avete bisogno di modificare i cavi, basta che acquistiate uno dei vari modelli con cavi staccabili, la modifica dei quali non pregiudica la garanzia del corpo centrale.
     

  • danneggiare l' esterno in modo tale da far presupporre un utilizzo inadatto : sembra impossibile, ma capita anche questo, dall' ammaccatura da caduta dal terzo piano a quello che lo ricopre di materiale fono assorbente auto adesivo (sic ! incredibile, ma vero. Faceva molto meno rumore, peccato che è morto quasi subito...).
     

  • versarci sopra liquidi o altre sostanze che ne pregiudicano il funzionamento e le cui tracce saranno ben evidenti al tecnico dell' assistenza.
     

  • utilizzarlo in ambienti polverosi oltre l' ammissibile, tali che l' accumulo di polvere provochi il guasto. Se si devono impiegare alimentatori in ambienti ostili, esistono modelli adeguati diversi da quelli per uso SOHO oppure sistemi di protezione.

Se l' alimentatore non funzionante che avete in mano è in garanzia, non pensate neppure lontanamente di aprirlo : rimettetelo nella sua scatola e rimandatelo al venditore o al costruttore che provvederà.
Se volete vedere come è fatto un alimentatore dentro e non vi bastano i nostri articoli, apritene uno usato o rinunciate alla garanzia del vostro.

 


Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 08/01/08 .