INFORMAZIONI TECNICHE

L'alimentatore AT-ATX
Il feedback


Il feedback

In effetti quanto schematizzato fino ad ora è troppo semplicistico per alimentare un sistema complesso e delicato come il PC . A d esempio, i più attenti avranno compreso che il blocco PWM, essendo formato da transistor, deve essere alimentato in corrente continua e non in alternata, per cui è richiesto un raddrizzamento. Inoltre manca ogni genere di feedback tra primario e secondario per variare il rapporto Ton/Toff del PWM e mantenere la stabilizzazione.
Lo schema seguente aggiusta un po' le cose :

  • La rete alternata viene passata in un raddrizzatore a ponte e successivo immancabile condensatore : adesso il PWM è alimentato come si deve, in corrente continua.

  • Il PWM agisce su un trasformatore : questo serve a ridurre la tensione di picco, fornisce il necessario isolamento tra la rete e l' utente, oltre a fare parte integrante del funzionamento dello switch.

  • Sul secondario avrò una tensione alternata. Allora ci metto un bel diodo per raddrizzarla e, all' uscita del diodo, ci metto pure il gruppo L-C  per ottenere una tensione continua di buona qualità

  • Fondamentale, il valore della tensione di uscita viene riportato al PWM per chiudere l' anello di regolazione con l' informazione di feebdack (retroazione) necessaria a controllare la variazione della larghezza dell' impulso in funzione della tensione voluta.

Questo controllo "all' indietro" del regolatore è la parte essenziale per mantenere stabile la tensione di uscita col variare della tensione di rete e della corrente del carico.
Per chiarire ulteriormente il senso di questa retroazione, possiamo tornare all' esempio della vasca d' acqua in cui vogliamo mantenere il livello costante : questo sarà possibile solo se chi regola il rubinetto tenga nello stesso tempo sotto controllo il livello del liquido . Questo "tenere sotto controllo il livello" è l' azione del feedback.

Ci stiamo avvicinando alla forma finale che avrà l' alimentatore del nostro PC : il circuito comincia a diventare più complesso, ma non abbiamo ancora finito, perchè al PC servono più tensioni, più regolazione, più rendimento, meno inquinamento elettromagnetico, più sicurezza.

Occorrerà aggiungere altre parti per arrivare alla versione definitiva.


 

 


Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 08/01/08 .