INFORMAZIONI TECNICHE

L'alimentatore AT-ATX
Warning


PERICOLO  !!!

A proposito di tensione e di aprire a guardare dentro, ci fermiamo un momento perchè va specificato molto chiaramente che se

mettere le mani in un apparecchio alimentato a 230V è pericoloso

metterle in un alimentatore switching è

ESTREMAMENTE PERICOLOSO 

già per un esperto, quindi ancor più per un neofita. 

Tanto per dare dei numeri, la tensione sui condensatori Cc supera i 300 volt, con tutta la disponibilità di energia della rete Enel, così da poter fulminare senza alcuna difficoltà l' incauto che ci mettesse le mani senza ragion veduta. Sullo switching della Vstby, che vedremo più avanti, poi, la tensione raggiunge impulsi anche di 700-800V ! Non c'è salvavita che tenga in queste condizioni.

Non sarà mai sufficiente insistere sull' estrema pericolosità di questo tipo di circuiti; il messaggio che tutti i costruttori pongono sull' etichetta, ovvero che all' interno non esiste alcuna parte su cui l' utente possa intervenire e che è pericoloso aprire il contenitore, non sono parole vuote, ma la vera realtà.

Per cui, per quanto possibile, toglietevi dalla mente di metter mano ad un alimentatore PC, soprattutto se la spina è inserita nella presa, perchè in queste condizioni la tensione sui condensatori c'è comunque, anche se l' alimentatore è "spento" e non è molto improbabile che la curiosità esaudita aprendo le quattro viti del power supply sia l' ultimo fatto registrato nella vostra biografia. Quindi, seriamente, evitate di fare sciocchezze.

Effettivamente nell' alimentatore, a parte la pericolosità, non esiste alcuna parte che possa essere manutenzionata dall' utente, sia per la complessità del circuito, sia per la mancanza di schemi, sia per il modo con cui sono realizzati questi apparecchi. 

Quindi, l' aprirlo per vedere perchè non funziona non serve proprio a nulla. 

Anche supponendo di aver identificato il componente difettoso (il che a occhio è impossibile, ma supponiamo) e di avere il ricambio esatto (ancora più difficile, dato che si tratta di componenti specifici) il rimuoverlo e sostituirlo è impresa quasi impossibile; ad esempio, per cambiare uno dei transistor dello switch principale occorre un lavoro di dissaldatura non da poco, essendo necessario rimuovere l' intera aletta su cui sta fissato, assieme ad altri componenti : una impresa che non paga. 

Anche il "cambiare il fusibile" che è saltato è una sciocchezza inutile. A parte il fatto che quanto mai spesso il fusibile è saldato sul circuito e non è semplice cambiarlo senza smontare tutto l' alimentatore, il fusibile si brucia ben raramente per la cattiva qualità del fusibile stesso, ma piuttosto per il fatto che qualche altro componente è andato in corto circuito : il fusibile sostituito salterà immediatamente non appena si darà nuovamente corrente, magari estendendo il guasto ad altri componenti. Ad esempio, se si è acceso un alimentatore con in cambia tensioni su 110 invece che 230, si ottiene un bel botto e il fusibile salta; cambiare il fusibile serve solo ad ottenere un nuovo spettacolare botto, dato che prima di lui sono già saltati vari altri componenti e se prima non vengono sostituiti, il cambio del fusibile non solo è inutile, ma anche dannoso.
Oltre al fatto che i fusibili non sono di una sola razza, ma, a parte il valore nominale, esistono in varie gradazioni di intervento e modificare quello previsto dal progettista con uno a caso equivale ad annullare la protezione estrema prima dell' incendio dell' alimentatore, con le immaginabili conseguenza.

Di nuovo, ricordiamo che si ha a che fare con l' energia della rete di distribuzione che può fornire joule a volontà, tanto da arrostire l' incauto senza alcun problema e prima che scattino altre protezioni.

Quindi l' aprire l' alimentatore per vedere di ripararlo è operazione che fanno solo gli incompetenti peggiori, i quali farebbero molto meglio a non farlo, sia perchè lavoro inutile (ma allora non sarebbero incompetenti) sia perchè così solitamente si rompe il sigillo del costruttore e si annulla la garanzia.


Chiudiamo l' intermezzo terroristico, ricordando di 

NON APRIRE PER ALCUN MOTIVO L' ALIMENTATORE DEL PC, PENA LA MORTE  

( e non è uno scherzo).

Ovviamente per i pochi che sanno cosa stanno facendo, queste note sono inutili. 
 
Per chiunque altro intenda dare uno sguardo all' interno dell' alimentatore si prega vivamente di considerare che la tensione di rete, anche se ci conviviamo 24 ore al giorno, non è una cosa da prendere alla leggera.

 


Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 08/01/08 .