INFORMAZIONI TECNICHE

El Skyfo ®
Uno pseudo alimentatore
 


Svitate le solite 4 viti, ecco il core di El Skyfo ® in tutto il suo splendore.

 

Ecco cosa c'è dentro, o meglio, cosa non c'è dentro !

In un vuoto asettico c'è dentro solo un circuito stampato da 70 x 140 mm con una manciata di componenti , la presa DIN di rete, un interruttore e una ventola ! 

Non potete crederci ? Ma è proprio così !

Non c'è dentro nient'altro . Il guscio formato ATX-PS/2 è giusto lì per fare apparenza. Il tutto poteva stare ampiamente in un formato PS/3, ma, si sa, l' abito fa non solo il monaco, ma anche il cardinale.

A dire il vero avevamo già curiosato attraverso le feritoie di circolazione dell' aria ed era parso che fosse un po' poca roba dentro : d'altronde l' assenza giustifica il peso !

Comunque, riavutisi dalla sorpresa, si può passare ai dettagli.

 

Si nota immediatamente la presenza dell' assenza di un ben che minimo filtro di rete.

Con cablaggio professionale si passa dal plug DIN direttamente al circuito stampato.
E c'è pure un interruttore di rete.

Sarebbe interessante chiedersi come sia possibile che questa "cosa" esponga ben due marchi europei che dovrebbero contenere nel set di test proprio la compatibilità elettromagnetica ! 

 

E il PFC, chiederete voi ?

Ma se manca il filtro EMI, perchè cavolo sprecare soldi con il PFC ?
Né le armoniche , né la potenza reattiva sono cose che si vedono e quindi , perchè aggiungere componenti "inutili", si sarà detto il progettista. Meglio risparmiare qualcosetta ed avere un prodotto competitivo sul costo.

Come poi sia possibile avere in vendita in Europa un oggetto che viola le norme sulla compatibilità elettromagnetica e sul risparmio energetico, è da chiedersi.

Ma rivediamoci una vista panoramica a volo radente del "circuito elettronico"  di El Skyfo ®  .

Bello, no ?!  Semplice, essenziale, economico. Giusto quello che serve perchè si accenda almeno una volta ...

Possiamo portare l' attenzione sui particolari più evidenti :

- l' assoluta presenza dell' assenza di qualsiasi tipo di filtro EMI on board. Qui non sono neppure disegnati. D' altronde disegnarli per poi non metterli, che spreco di spazio sul circuito stampato !

- le sovrabbondanti dimensioni delle alette di raffreddamento
 

- meno evidenti a prima vista i particolari in scala HO di alcuni componenti


Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 02/08/09 .