INFORMAZIONI TECNICHE

El Skyfo ®
Uno pseudo alimentatore
 

Ma andiamo avanti nell' illustrare le caratteristiche salienti di questo prodotto.

Si nota, o meglio, non si nota, il ponte rettificatore, perchè non c'è : è sostituito da 4 diodi. D'altronde costano certo di meno.

Pure il fusibile è "originale", modello 7 nani.

I condensatori sono i soliti 220 uF - 200 V, messi perchè è probabilmente il minimo per far funzionare l' alimentatore.

I condensatori Y class non ci sono !
Dietro i condensatori, non visibile qui, c'è un un solo ceramico qualunque da 4n7 1 kV.

E' ovvio che qui, anche se manca la terra all' impianto, scossa sullo chassis non se ne sentirà, perchè non c'è nessun' altra fuga a massa.
In compenso se la terra manca all' impianto e il condensatore di cui sopra va in corto, la scossa la sentite, eccome !

I transistor dello switch principale sono dei D4206 in contenitore TO-220 (qui se ne vede uno, l' altro e montato sul lato opposto del radiatore.

Sono stati ricercati inutilmente i data sheet, ma le uniche informazioni reperite sono state una supposta equivalenza dei D4206 con gli E13007.
Se si guastano , è un problema.

Accanto si nota il transistor dell' oscillatore del generatore della Vstby, un TO-126 siglato C5027S , che è costruito dalla ATE (Advanced Technology Electronic Co., LTD).

Dal foglio dati risulta essere un elemento NPN da 600 V, il che va bene, ma da ben 1.25 W, il che va meno bene.

Meno bene dato che la targa dichiara una uscita di 2 A a 5 Vstby e ci si chiede come faccia ...

E' ovvio che è un componente destinato a defungere , anche solo di fronte ad una richiesta minima di potenza sulla Vstby.
Per curiosità ATE produce anche un C5027 (senza la S) in TO-220, in grado di trattare 40W, ma, evidentemente, non ci stiamo coi costi.

Però il punto di forza di El Skyfo ®  sta nei trasformatori !

Costruiti dalla Sieben Zwerge AG  di Schuttelbrot, sono del tutto particolari : si tratta di trasformatori iper miniaturizzati rispetto ai comuni elementi da 350W !

Dalla foto si nota come il trasformatore primario (EI-28-PS3), in alto a sinistra, sia circa i doppio del trasformatore di feedback (al centro) e poco più grande di quello del generatore della Vstby (in baso a destra) !!! 

O la Sieben Zwerge AG utilizza qui per la prima volta la sua nuova ed esclusiva tecnologia elettrodinamotermica a deriva quantica con nuclei magnetici in zirconato di stronzio e avvolgimenti superconduttori in triossido di palladio, oppure ...


Ma neanche un 180 W ha trasformatori così piccoli ! Come fanno a passare 350 W ?


Tanto per esemplificare meglio, un alimentatore SFX di bassa qualità, da 270W di targa, ha il trasformatore principale di circa 34 x 34 x 23 mm, mentre l' EI-28-PS3 qui installato è 29 x 20 x 23 mm.


Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 02/08/09 .