INFORMAZIONI TECNICHE

El Skyfo ®
Uno pseudo alimentatore
 

 

Altrettanta buona qualità ritroviamo nei diodi rettificatori (che probabilmente sono proprio di "recupero", ovvero recuperati in qualche dismissione e riciclati in modo altamente professionale, come si vede nella foto per il sistema di raffreddamento adottato per i due in package DO241).

In difesa dell' engineer che ha progettato questa cosa, va detto che simili schifezze sono comuni a molti altri prodotti.

D'altronde, se in stock sono rimasti questi elementi, anche se non proprio adatti, li possiamo adattare, mica li dobbiamo buttare via ...

Accanto, il doppio diodo in TO220 è un SBL1040CT e ce ne sta un' altro simile sul lato opposto del radiatore.
Ora, SBL1040CT è un diodo da 10 A - 40 V. Ma dal foglio dati i 10 A non sono per pin, sono complessivi per package !!

Se la coppia di diodi è da 10 A, dove passano i 28 A del 3.3 V o i 35 A del 5 V dichiarati in targa ???


E, dulcis in fundo, se mancano i filtri EMI all' ingresso perchè diavolo ci dovrebbero essere quelli sulle uscite ?

Oltre alla squallida bobina centrale, avvolta con poche spire di fili di minimo diametro,

 NON c'è una sola bobina di filtro delle tensioni di uscita !!!!!!

Anche i condensatori sono allo spreco : il più grosso è un 1000 uF a 16 V, evidentemente posto sul +12 V (dove in un comune e normale pws si trovano 2200 o 3000 uF oltre ad almeno una bobina di filtro anti ripple).

Ma a che servono ste bobine ? il ripple mica si vede...

Ci si può immaginare la qualità delle tensioni in uscita.

 

 


Inutile anche cercare fogli dati dell' integrato di controllo : si trovano solamente riferimenti a mai-sentite-nominare aziende produttrici cinesi o distributori di HK, ma fogli dati, niente.

 

!!!  Que viva  El Skyfo ®  !!!!



Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 02/08/09 .