INFORMAZIONI TECNICHE

L'alimentatore PC
Bad vs. Good

 

La galleria degli orrori può continuare osservando le dimensioni dei trasformatori, principalmente quello primario, che è grande meno della metà di uno installato in un altro circuito simile.

Frequenza maggiore per cui meno materiale magnetico ?

Proprio no. La frequenza è il solito 30-40kHz.

Semplicemente il signor Ching Chang ha risparmiato pure su queste parti. E si può immaginare come questo influisca positivamente sulle correnti in uscita.
 

Da osservare che sul circuito stampato c'è spazio e serigrafia per montare un trasformatore di pianta maggiore e di evidente maggiore potenza.

Se ci ricolleghiamo all' etichetta iniziale, è evidente che il costruttore sta utilizzando la stessa base per tutte le versioni, come d'altronde si fa comunemente.

Solo che un costruttore serio predispone un unica base stampata per tutta una famiglia e poi sostituisce i componenti critici per passare da una potenza all' altra.

Qua, il furbastro monta i componenti della potenza minore e cambia l' etichetta all' esterno dichiarando 350W per un pasticcio che probabilmente ne fa 180 con difficoltà.

 

E' chiaro che, in qualsiasi punto si osservi questa meraviglia Made in China, si ritrovi la stessa situazione.
Anche sul lato a bassa tensione.

Osservate i diodi centrali, che, super economy, non sono un singolo doppio diodo, come i vicini, ma una coppia di componenti singoli fissati su una specie di aletta.

Questa realizzazione hi-tech prevede che il calore prodotto passi attraverso il terminale del diodo per scaricarsi sull' aletta, ci si può immaginare con che efficienza.

Incredibile. 
Queste sono cose che si potevano vedere su alimentatori AT da 150W di 10 anni fa.

 

 

Ed è opportuno insistere nella nostra analisi andando ad osservare alcuni altri particolari meno evidenti, come ad esempio le bobine.

A parte il diametro della L1, formato nano come i trasformatori, anche a cercare bene, si trovano solo DUE bobine di filtro dei gruppi LC finali.

Siccome le tensioni prodotte sono sei e le bobine solo due, con che cosa vengono filtrate dal ripple le altre quattro tensioni ?

Anche la L1 porta pochissimi avvolgimenti, per cui ci si domanda della stabilità delle uscite al variare del carico.


Al di la di un qualche 486, cosa può alimentare senza problemi un accrocchio simile ?

 


Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 22/06/06 .