INFORMAZIONI TECNICHE

Le ventole del PC 
Il flusso dell' aria



Come faccio a invertire il flusso dell'aria ?

Come descritto prima, il motore brushless delle ventole ha una ben precisa polarità di alimentazione; a differenza di un motore elettrico "normale" a collettore, il quale girerà in direzione diversa a seconda di come è alimentato, questi motori possono girare in una sola direzione, che è stabilita dalla sequenza di eccitazione delle polarità dello statore. Se si cercasse di invertire la polarità di alimentazione se ne otterrebbe l' immediata distruzione per bruciatura dei semiconduttori. Pertanto le ventole nei PC adottano connettori polarizzati che impediscono l' inserzione errata; nonostante ciò, dato che lo stesso modello di ventola può essere venduto anche senza connettori installati, vari modelli contengono un diodo in serie all' alimentazione in modo tale che una fortuita inversione non provochi danni : semplicemente la ventola non gira. 
Si deve avvertire, però, che pur essendo questa una pratica comune, ci sono moltissimi modelli che non dispongono del diodo in serie per cui è decisamente sconsigliabile  invertire l' alimentazione in qualsiasi caso.
Analogo discorso vale ancor più  per il segnale tachimetrico : non ci sono diodi di protezione perchè un suo collegamento al negativo non porta alcun problema, ma un corto circuito con la tensione positiva è fatale.

Ci si potrebbe chieder come fare, allora, ad invertire il flusso d' aria della ventola, dato che l'idea di invertire la rotazione invertendo la polarità di alimentazione é da escludere tassativamente.
La soluzione è lapalissiana : l' inversione del senso del flusso d'aria puó essere fatta solo e semplicemente girando meccanicamente la ventola quando la si monta al suo posto.
Molto spesso le ventole riportano con due frecce stampate sull' intelaiatura la direzione di rotazione e quella del flusso di aria , come nell' immagine seguente :

Particolare ventole (7895 byte)

Nell' immagine superiore la direzione dell' aria è indicata da una freccia e dalla scritta AIR FLOW e così pure il senso di rotazione (ROTATION).
Nell' immagine inferiore rotazione e flusso sono indicati solo dalle frecce, mentre le scritte CE e PAT indicano rispettivamente la corrispondenza alla normativa europea e il fatto che la ventola è brevettata (PATented).

In generale, comunque, la gran parte delle ventole soffia aria dalla parte dove è applicata l' etichetta del costruttore, ovvero dal lato dove sono fissati i supporti per il motore centrale. Nel caso in cui il costruttore sia stato così "stupidello" da mettere etichette su entrambi i lati, l' aria esce dalla parte dal lato dove sono visibili i cavi di collegamento (questa è una norma generale, ma, non essendo uno standard, è benissimo possibile che le cose siano differenti in qualche caso particolare, anche se non lo abbiamo mai verificato). 

Ci si potrebbe chiede perchè l' etichetta è posta molto spesso dalla parte dove escono i cavi. Le ragioni sono semplicemente tre : 

- in primo luogo, tutte le ventole sono derivate (copiate ?) da poche idee originali, in cui, evidentemente, la direzione dell' aria era quella e nessuno ha mai sentito la necessità di cambiarla. 

- In secondo luogo,  mettendola qui, non si carica la parte rotante di una massa inutile che, se mal posizionata, produrrebbe vibrazioni; 

- in ultimo, sulla parte centrale della carcassa, dove è fissato lo statore, passa l' albero della girante la cui estremità è solitamente coperta da un tappo di plastica che trattiene l' eventuale lubrificante ed impedisce l' ingresso di sporco e polvere sul supporto dell' albero: l' etichetta copre questo tappo, oltre ad evitare che l' utente sia tentato di sollevarlo per smontare la ventola,

Nella foto sopra è evidenziata questa ultima questione : l' etichetta è stata parzialmente rimossa ed il tappo in plastica che copre la sede dell' albero è stata tolta. Si nota bene l' abbondante presenza di olio lubrificante della bronzina. 
L' albero è trattenuto da una specie di anello tipo Seeger,  a volte di metallo, ma assai spesso di nylon, come in questo caso.
Il connettore di alimentazione è del tipo a due poli passo 1/10", comunemente usato negli alimentatori (da cui questa ventola proviene).
Nelle versioni più economiche il tappo di plastica manca ed è sostituito da una chiusura in resina o simili..

 


Copyright © elma Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 14/03/07.