INFORMAZIONI 
TECNICHE

Le ventole del PC 
Filtrare l' aria

 

Occorre che il filtro sia pulito periodicamente !

Questo è il punto fondamentale. In una applicazione professionale, industriale, si suppone che esistano delle regole di manutenzione che prevedono questa pulizia periodica. E, tra l' altro, nei sistemi professionali ben realizzati, la posizione e la struttura dei filtri è tale da renderli accessibili dall' esterno con facilità, cosicché l' addetto alla manutenzione possa pulirli o sostituirli senza problemi.

 
Ecco un esempio di quanto detto.

La foto mostra il particolare del frontale di un rack 19" da 4 U di modello molto comune. 

Aprendo il pannello di chiusura che da accesso alle unità da 5.1/4" è possibile, senza necessità di attrezzi, cacciaviti o altro, estrarre il cassetto porta filtro ( che qui vediamo parzialmente sfilato), in modo da poter manutenzionare il filtro delle due ventole anteriori (le cui feritoie di aspirazione si notano sul lato sinistro dell' immagine).

In questo modo, senza estrarre il rack dal suo armadio, nè tanto meno doverlo smontare o spegnere la macchina, l' operatore può verificare lo stato del filtro dell' aria ed eventualmente pulirlo o sostituirlo in un istante.

Anche qui si tratta di un normale filtro a rete di materiale sintetico, quello comunemente usato nella stragrande maggioranza delle applicazioni PC.


Diversa, invece, è la situazione degli chassis per uso SOHO o domestico, in cui il problema dello sporco nell' aria si suppone meno influente e che, quindi, nella maggior parte dei casi,  non prevedono del tutto la possibilità di installare filtri o, se li prevedono, possono non essere di facile accesso.

Questo significa che il filtro può essere tanto un rimedio quanto un problema. Sicuramente è un rimedio in quanto impedisce il depositarsi della polvere, con i danni già elencati; meno polvere, meno possibilità di surriscaldamenti o peggio,  interno del PC più pulito, meno problemi alle ventole e, in sostanza, un aiuto ad allungare la vita dei componenti e, a volte, anche ad evitare guasti.  E' un problema se, una volta installato, lo si dimentica.

 
Alcuni chassis per uso generale prevedono di serie filtri sul fronte; in genere si tratta di una reticella di nylon che può essere estratta, anche se spesso poco facilmente, e pulita con acqua e sapone o alcool o semplicemente soffiata con l' aria compressa. 
Un filtro del genere protegge a sufficienza la ventola di aspirazione e l' interno del PC, ammesso di averne cure come detto finora.

Nell' immagine a lato, il sistema usato da Chieftec su diversi suoi case. La mano sta sollevando il telaietto del filtro asportabile e lavabile, che è posto sul pannello forntale davanti alle griglie di fissaggio delle ventole anteriori.

Dove il case non preveda un filtro e sia necessario usarlo, in commercio esisto diversi tipi di filtri.

Ecco un classico filtro "a scatola", comunissimo nelle apparecchiature elettroniche. E' costituito da tre parti : partendo da sinistra, si vede il supporto, che si fissa al pannello davanti alla ventola, solitamente con le stesse viti che fermano la ventola stessa; sopra di esso si pone il materiale filtrante (al centro) e la "scatola" è chiusa dal coperchio (a destra), che è fissato a pressione, in modo da poter essere facilmente levato per accedere al filtro.

Questo genere di filtro è progettato per essere fissato all' esterno del case e non all' interno, proprio per essere accessibile per la manutenzione. Fissare il filtro all' interno lo rende poco accessibile e quindi a rischio di intasamento : piuttosto che mettere il filtro e non mantenerlo efficiente è meglio non metterlo. Raramente i case ordinari hanno la possibilità di accogliere un filtro del genere; la posizione più facile è quella sulle forature sugli sportelli laterali o sul fondo del case. In questi punti è molto semplice fissarli e manutenzionarli, in quanto sono all' esterno. 
Usando le ventole laterali, però si dovrà verificare bene l' effetto nella circolazione dell' aria. 
Inoltre, se gli sportelli laterali sono molto ampi o sono di metallo leggero è possibile che la presenza delle ventole, con le loro vibrazioni residue, aumentino il rumore. In tal caso, essendo difficile fissare ventola e filtro senza usare le viti, la soluzione più semplice sarà quella di rendere inerte lo sportello applicando in materiale anti vibrante-antirombo del genere Silma di Silentmaxx o Pax di Akasa.

Anche mettere il filtro dopo la ventola, se salva l' interno del PC non salva la ventola, sulla quale finirà per accumularsi il materasso di polvere che non può procedere oltre causa il filtro e la metterà fuori uso dopo poco 

 


Copyright © elma Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 21/04/07.