mbrbtn.gif (1957 byte) PC97, PC98, PC99


La struttura aperta ed accessibile del PC permette a numerosissimi costruttori di sviluppare una gran varietá di dispositivi e soluzioni; questo , se da una parte ha determinato il successo della struttura PC derivata dal primo IBM con processore Intel, dall'altra ha dato origine a tutti quei problemi di compatibilitá hardware e software con cui ci si scontra fin troppo spesso.
Contemporaneamente alla supremazia dei sistemi operativi Microsoft, si é venuta sempre piú a determinare una richiesta di standardizzazione delle funzioni principali del sistema, onde evitare conflitti e problemi .
Le sigle PC97 e seguenti, rinnovate praticamente ogni anno a seguito del rapido sviluppo tecnologico e dell'apporto divari costruttori, indicano raccolte di specifiche stabilite per la realizzazione di PC che possano applicare il logo "Designed for Microsoft Windows", ovvero siano certificati per un corretto funzionamento con i sistemi operativi Windows.

La standardizzazione é richiesta anche per poter espandere il mercato del personal computer dalle applicazioni attuali a quelle dell'Home-PC, dove il fatture della semplicitá di impiego é fondamentale per utenti non specializzati, con la prospettiva di estendere le funzioni correnti integrando applicazioni di comunicazione e multimediali in grado di essere impiegate in ambito famigliare con la stessa semplicitá degli elettrodomestici.
Tutto questo tenendo conto dello sviluppo costante dell'hardware e delle tecnologie.

Sostanzialmente le specifiche PC97 prevedono :

PC98 rinnova ed aggiorna queste indicazioni, seguendo lo sviluppo delle tecnologie; sono aggiunte e precisate alcune finalitá, come l'aumento della qualitá hardware e software del PC per la massima sicurezza, affidabilitá, facilitá di uso, riducendo drasticamente il costo delle assistenze e del supporto tecnico necessario all'impiego del sistema, incoraggiando nello stesso tempo l'innovazione sia nella progettazione che nella realizzazione

PC98 descrive due tipi base di categorie :

Sostanzialmente, il tipico personal computer secondo PC98 é un prodotto per il mercato di massa, poco costoso, con le prestazioni offerte dalla tecnologia del momento, un basso costo di gestione, ma sopratutto affidabile e facile da usare.

Con PC99, Microsoft, Compaq, Intel ed altri costruttori hanno ulteriormente specificato le direttive secondo cui deve svilupparsi il personal computer dei prossimi anni 2000.
Principalmente riguardanti l'hardware, viene indicato come sistema tipico quello con CPU a 300MHz e  128KB di cache  L2 (celeron), due porte USB, con 32MB di  RAM per i sistemi consumer e 64MB per i sistemi office.
Particolare molto importante,  a causa delle incompatibilitá con le specifiche richieste dalle modalitá di Suspend e OnNow previste dai nuovi sistemi operativi, VIENE ELIMINATO IL BUS ISA e tutti i dispositivi concorrenti. Quindi i nuovi sistemi e le nuove schede madri che intendono essere certificate PC99 NON avranno piú lo slot ISA.
L'"innovazione", che certamente non piacerá a molti, é giá iniziata nel 1999 con l'eliminazione dei chip degli I/O classici (seriali, parallela e floppy), funzioni per ora indispensabili che vengono emulati con altri tipi di chip di diversa mappatura. Anche se nello stesso anno lo slot ISA non é scomparso da molti prodotti, basta consultare il catalogo piú recente di un qualsiasi produttore primario di schede madri per osservare che sui nuovi prodotti la tendenza attuale é chiaramente quella della sua totale eliminazione.


[ Home | Prodotti | Listino | Vetrina | News | Assistenza ]
[ Contatti  | SearchMail ]

Copyright © elma srl. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il 04/08/00.